Tel: +39.011.517.85.99 r.a. 
   studio@avvocatocarena.it 

Il decreto ministeriale che fissa i parametri destinati al giudice per calcolare i compensi
legali, firmato dal Ministro Orlando e pubblicato  in Gazzetta Ufficiale, introduce un sistema
caratterizzato da trasparenza, prevedibilità dei costi di una causa, libertà, semplicità, chiarezza,
equità e concorrenza. Posto che la determinazione dei compensi degli avvocati è
affidata alla LIBERA PATTUIZIONE tra avvocato e cliente, il decreto è destinato ad intervenire
quando il giudice liquida le spese al termine dei giudizi o quando avvocato e cliente non hanno
determinato consensualmente il compenso. Dunque è finalizzato ad assicurare imparzialità,
uniformità sul territorio e chiarezza. Il sistema, trasparente e di immediata lettura, è a
vantaggio di cittadini e operatori e restituisce agli avvocati l’equità dei compensi. Garantisce la
prevedibilità dei costi delle prestazioni professionali, una corretta concorrenza tra i professionisti,
trasparenza nei confronti di cittadini e imprese e riconoscimento della dignità dei compensi per la
categoria forense, recuperando se pur parzialmente gli ingiustificati abbattimenti dei valori rispetto
a quelli pur fermi al 2004, contenuti nel precedente decreto 140. adottato sulla base del decreto
Cresci-Italia senza alcuna interlocuzione con la rappresentanza istituzionale dell'Avvocatura, e nelle
successive ipotesi di sue modifiche, insufficienti e parziali. È un atto che dunque si pone nella
direzione auspicata da tutti, di favorire la ripresa del Paese. Struttura del decreto. Si compone di una
Parte Normativa che detta i criteri generali per la determinazione dei compensi e Tabelle
Parametriche, uno per ogni tipo di procedimento civile e per il processo penale, di facile
orientamento. Ciascuna tabella è divisa nelle 4 FASI PROCEDIMENTALI (studio della
controversie, attività istruttoria e decisione) e per scaglioni di valore che replicano quelli
ministeriali per il pagamento del contributo unificato. Quindi è molto semplice calcolare il
compenso. Tra le novità principali della ultima ora la soppressione della norma che riduceva di un
30% i compensi agli avvocati che assistono in regime di patrocinio a spese dello stato.

Scarica il testo del decreto e le tabelle allegate. parametri forensi 2014.pdf

10128 Torino - Corso G. Ferraris, 63 - Tel. 39.011.517.85.99 r.a. - Fax 39.011.518.46.49 - P.Iva 08779520017
20122 Milano - Piazza Castello, 18 - Tel. 39.02.763.17.215 r.a. - Fax 39.02.760.16.415