Tel: +39.011.517.85.99 r.a. 
   studio@avvocatocarena.it 

Digitalizzazione della giustizia: le nuove norme UE 

La notificazione degli atti introduttivi nei Paesi UE, quando una delle parti è domiciliata in un altro stato membro.

 

I dati raccolti dalle ricerche europee, dimostrano che i difetti nelle notificazioni dell’atto introduttivo sono la principale giustificazione per negare il riconoscimento di una sentenza emessa in un altro Stato Membro ed impedirne quindi l’esecuzione. Le notificazioni e le comunicazioni transfrontaliere degli atti giudiziari sono state finora affidate esclusivamente alla trasmissione degli atti per posta e gestite attraverso un sistema centralizzato, cioè basato sugli scambi tra le autorità mittenti e riceventi dei singoli stati. Per superare le lentezze e le incertezze degli scambi postali e del sistema centralizzato, il 23 novembre scorso il Parlamento Europeo ha approvato la modifica del regolamento 1393/2007 puntando sulla notificazione elettronica degli atti. L’obiettivo è quello di creare un sistema informatico decentralizzato che riunisca i diversi sistemi nazionali, attraverso il quale i documenti e gli atti potranno essere scambiati elettronicamente in modo immediato e sicuro. 

Altro tema decisivo per accelerare i procedimenti giudiziari transfrontalieri è quello dell’assunzione delle prove in uno Stato membro diverso. Il regolamento 1206/2001 aveva già istituito un sistema diretto di scambio delle prove richieste ed assunte tra le autorità giudiziarie di stati membri diversi. Tuttavia i contatti tra gli organi giudiziari avvengono ancora tramite supporto cartaceo, con costi alti e lunghe procedure per consentire ai giudici di assumere la prova testimoniale e ritrasmetterla all’autorità giudiziaria richiedente. Il nuovo provvedimento del Parlamento, anch’esso del 23 novembre scorso, introduce l’utilizzo delle videoconferenze internazionali per l’assunzione di prove oltre confine, prevede la trasmissione elettronica delle prove raccolte e fonda il principio del reciproco riconoscimento tra gli Stati membri delle prove digitali.

Ma le novità non finiranno qui

 

( avv.Sara Occhipinti)

10128 Torino - Corso G. Ferraris, 63 - Tel. 39.011.517.85.99 r.a. - Fax 39.011.518.46.49 - P.Iva 08779520017
20122 Milano